Kundalini Yoga in gravidanza

Da Yogapedia.it.
Versione del 24 ott 2020 alle 12:54 di YogaPills (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Sin dai primi giorni della GRAVIDANZA il corpo della donna si trasforma per accogliere un nuovo essere. Tutti questi cambiamenti non riguarderanno solo il suo corpo fisico ma anche il suo mondo mentale, emozionale e spirituale. Il Kundalini Yoga è uno strumento speciale e straordinario per imparare a conoscere questi cambiamenti, per accettarli e superare con benessere e serenità le diverse fasi della gravidanza, per affrontare i momenti d’ansia e tutte le paure che potrebbero sopraggiungere. Questo corso di preparazione al parto vuole accompagnare la futura mamma durante tutto questo meraviglioso viaggio all’interno di se stessa, aiutarla ad alleviare i piccoli disagi e per prepararla ad affrontare il momento della nascita in maniera più consapevole. Praticare Kundalini Yoga e la Meditazione, la renderà più rilassata, positiva e capace di affrontare questo intenso periodo di trasformazione che la gravidanza porta con sé. La gravidanza è il periodo della vita di una donna nel quale le si offre l’opportunità di esprimere il suo potenziale più elevato di creatività. In questo momento lei è collegata con l’Adi Shakti, cioè il potere creativo dell’Universo. Se la futura mamma si apre a questa energia può aumentare la sua radianza e raggiungere un grande senso di pace e armonia interiore, portando il suo bambino nella consapevolezza infinita.

Quali sono i benefici del Kundalini Yoga?

A livello fisico offre gli strumenti per:

  • Fortificare il corpo, sviluppare la flessibilità ed essere pronta al parto.
  • Bilanciare il peso per sostenere il peso della pancia e del seno.
  • Aumentare la capacità respiratoria ( polmoni e diaframma sono importanti durante il parto).
  • Rafforzare il pavimento pelvico.
  • Rafforzare il sistema nervoso e aumentare la capacità di rilassamento.

A livello mentale ed emotivo serve:

  • Preparare la mente al parto.
  • Migliorare la relazione con i partner.
  • Aiutare a non reagire alle provocazioni e rimanere meditativa e dignitosa durante tutto il periodo della gravidanza.
  • Affrontare la paura del parto.

A livello spirituale offre:

  • Sviluppare la consapevolezza del dono di dare la vita.
  • Creare un legame speciale con il bambino già dalla pancia.
  • Risvegliare l’intuizione e la fede.
  • Scoprire il proprio potere femminile.

Come raccontavamo precedentemente, la donna è chiamata nella tradizione yogica Adi Shakti, ovvero energia primordiale. La creatività è il suo dono di nascita e la gravidanza è senza dubbio la manifestazione più alta di questo dono. Fin dai primi giorni, il corpo della madre si trasforma per accogliere il nuovo essere e i cambiamenti che questo genera non sono solo di natura fisica, ma anche emozionale, mentale, spirituale. Tutto quanto succede dal concepimento alla nascita della nuova vita è per la donna un incredibile viaggio all’interno di se stessa. Lo yoga attribuisce una grande importanza allo stato in cui la donna si prepara per il concepimento; le yogini chiamano questa fase: “portare il cielo sulla terra”, ovvero sperimentare l’energia dell’universo,accettarla e riuscire ad elevare la propria energia interna per congiungerla con l’infinito dentro di sé. Una volta avvenuto il concepimento, la donna diventa la prima casa del suo bambino; il suo corpo, il suo stato mentale e la sua consapevolezza sono le prime impressioni del mondo che la nuova vita riceve.

Nella filosofia del Kundalini Yoga, l’anima entra nel corpo del piccolo il 120º giorno. Da questo momento, tutte le vibrazioni fisiche, mentali e spirituali della madre avranno un effetto diretto; le parole che pronuncia, i suoi pensieri, le situazioni nelle quali si trova lasciano una traccia nello sviluppo del nascituro. Tradizionalmente in India si celebra una festa nel centoventesimo giorno di gravidanza, nella quale la donna riceve regali, auguri e dichiarazioni di sostegno dalla famiglia e dall’ intera comunità, che si impegna a circondarla di energie positive affinché possa sentirsi al sicuro e rilassata. Dunque già in antichità si sapeva, e la medicina moderna lo conferma che durante la gravidanza il metabolismo e lo stato mentale della donna vanno incontro a grandi cambiamenti e ad un possibile aumento del livello di stress. Conservare uno stato di rilassamento constante spesso risulta complicato ma è fondamentale per l’equilibrio tra la vita esterna, la madre e quella interna il bambino. In questo, lo yoga può essere di grandissimo aiuto, sia durante la gravidanza che nella fase immediatamente successiva. Se i benefici a livello fisico sono ormai assodati (rilassa il bacino, rinforza la colonna vertebrale, aumenta la flessibilità, normalizza pressione e la circolazione sanguigna), l’effetto più incredibile è quello che riguarda il livello profondo dell’essere. Ancora una volta la meditazione si conferma un’ottima alleata, assieme alla respirazione e al canto dei mantra, per elevare lo spirito ed eliminare la negatività. Per questo Yogi Bhajan esortava le donne in gravidanza a trascorrere più tempo possibile con altre donne per parlare, meditare, cantare...

Come molti di voi sapranno, Yoga significa unione, connessione, tra quello che in Occidente tendiamo invece a separare: il corpo e la mente. Lo stato vissuto da una donna in gravidanza è molto simile a quello raggiunto con lo yoga, per l’alto livello di introspezione e consapevolezza verso il viaggio che sta compiendo.

Yogi Bhajan ci ha dato delle istruzioni a proposito del Kundalini Yoga in gravidanza (aprile 2003):

  • Il Kundalini Yoga per la gravidanza è molto tranquillo, calmo e dolce.
  • Non praticare niente che possa recarti disagio o danno.
  • Tutte Le torsioni devono essere praticate dolcemente e senza movimenti bruschi e veloci.
  • Non praticare la Posizione del Bambino.
  • Le donne incinte possono sospendere il respiro con l’aria dentro solo finchè rimane confortevole. Dovrebbero però evitare di sospendere il respiro con l’aria fuori per un tempo troppo prolungato.
  • Tuti gli esercizi di Kundalini Yoga devono essere praticati con pause frequenti.
  • Modifiche: Yogi Bhajan ha apportato delle modificahe a gran parte dei kriya; prendi nota del fatto che sono state pensate esclusivamente per le donne incinte e non devono essere utilizzate nel del Kundalini Yoga.
  • Il tempo: Yogi Bhajan raccomanda che una donna incinta pratichi il Kundalini Yoga molto dolcemente e senza stress; per questo motivo i tempi sono ridotti. La durata degli esercizi può essere lentamente aumentata fino ad arrivare a quella originale data dal Maestro.

LE MEDITAZIONI

La gravidanza ti offre l’opportunità speciale per raggiustare la tua frequenza e nutrire il bambino che è dentro di te. Introdurre la meditazione nella tua vita stabilizzerà un’abitudine elevata che ti nutrirà e aiuterà nei momenti difficili che incontrerai come genitore.

I diversi tipi di meditazione riequilibrano specificatamente la tua frequenza.

  • Le meditazioni cantate creano intimità tra la madre e il bambino, utilizzando i suoni infiniti della creazione. I polmoni e il respiro ne beneficeranno, preparandoti indirettamente al parto. Il cantare risveglia i sentimenti di gioia, di equilibrio e il senso del ritmo.
  • Le meditazioni che usano il respiro lungo e profondo e i mantra silenziosi creano concentrazione e armonia mentale. Lavorano in profondità, ripulendo la mente subconscia e stimolano la ghiandola pituitaria.
  • Le meditazioni e i kriya faticosi che prevedono l’utilizzo della braccia generano forza ed una concentrazione stabile, fortificando il sistema nervoso; tutto ciò è importantissimo durante il parto.
  • Le meditazioni curative e tutte quelle che invocano la benedizione di Guru Ram Das nutrono la relazione e la fiducia .

ALIMENTAZIONE

La tua dieta costruisce il corpo del bambino. Mangia con saggezza.

La gravidanza è un momento di incredibili cambiamenti e aggiustamenti per il corpo. Conferma il tuo amore per il bambino prendendoti cura di te e creando buone e sane abitudini alimentari. Durante il periodo del concepimento, in gravidanza e durante l’allattamento è importante adottare una dieta equilibrata e nutriente. Un bambino sano è un bambino felice … e questo fa sentire meglio anche i genitori.

Quelle che seguono sono alcune informazioni dietetiche basilari in gravidanza:

  • Elimina il cibo-spazzatura. Zuccheri e grassi sono la causa principale dell’aumento di peso e delle malattie.
  • Siediti e mangia cibi sani e bilanciati.
  • Scegli cibi freschi, ricchi di prana (energia vitale) e preferibilmente biologici.
  • Mangia 4 – 5 pasti al giorno, prediligendo verdure fresche e cotte al vapore o frutta fresca per ogni pasto.
  • Bevi 12 bicchieri di acqua al giorno.
  • Bevi almeno due bicchieri di succo di frutta o verdura freschi al giorno.
  • Evita posti e prodotti tossici: stanze appena dipinte, fumo, tinture per capelli, solventi.
  • Ricordati di consultare SEMPRE il medico per inserire degli integratori.

La dieta yogica è di tipo latto-vegetariana cioè una dieta che include i latticini. Una dieta yogica ben bilanciata prevede:

  1. Vegetali
  2. Cereali integrali
  3. Legumi, noci e semi
  4. Frutta
  5. Latticini

La scelta accurata de la varietà nello scegliere cibi pranici, freschi offre una vasta scelta per coprire i fabbisogni nutrizionali.

VEGETALI: Con vegetali si intendono, radici, gambi, frutta e fiori delle piante. Esse sono un’importante forte di minerali, proteine e vitamine.

CEREALI INTEGRALI: I cereali integrali in chicchi, noci e semi contengono carboidrati, grassi, vitamina E, complesso vitaminico B, ferro e fibre.

LATTICINI: I prodotti caseari apportano minerali essenziali, vitamine e proteine importati sia per la mamma che per il bambino. I formaggi morbidi come lo stracchino e lo yogurt sono più facilemente digeribili rispetto a quelli duri e contengono più minerali e vitamine. I derivati del latte contengono calcio e fosforo e se sono abbondanti nel nostro corpo giocano un ruolo fondamentale nella formazione delle ossa e dei denti. Nella seconda parte della gravidanza è molto importane aumentare la quantità di calcio poiché una carenza di esso potrebbe portare a problemi di crampi alle gambe, caduta di denti. Nel caso in cui si fosse intolleranti alla proteine del latte vaccino esistono dei sostituti che sono: soia, riso, latte d’avena.

FRUTTA: Essa è una grande fonte di carboidrati naturali che sono il carburante per il corpo, ringiovanisce il sistema linfatico, il tratto digestivo e il sangue. Contiene tanta vitamina C che aumenta la resistenza del corpo limitando i raffreddori e le infezioni. Inoltre rinforza la placenta.

Evitate di bere alcol, anche solo due bicchieri al giorno possono causare un rischio per il futuro nascituro. Lo stesso vale per il fumo che restringe i vasi sanguigni nei polmoni e nella placenta, limitando il nutrimento e l’ossigeno per il bambino. Non esitate di chiedere alle persone intorno a voi di smettere di fumare.